TERRORISMO, Atene. Attentato contro Susanna Schlein: incendiata la sua auto; si sospetta la matrice anarchica

La scorsa notte ad Atene ignoti terroristi hanno preso di mira l’autovettura di Susanna Schlein, prima consigliera d’ambasciata in Grecia e sorella di Elly Schlein, esponente del Partito Democratico ritenuta probabile candidata alla segreteria nel dopo-Letta. Nel garage dell’abitazione della diplomatica, luogo dove l’autovettura è stata distrutta dalle fiamme, la polizia ellenica ha rinvenuto una bomba molotov che fortunatamente non è esplosa, poiché altrimenti, incendiando la seconda macchina avrebbe potuto provocare l’esplosione dell’impianto del gas dell’edificio, che si trova sotto la camera da letto della famiglia Schlein. L’ora del compimento dell’azione terroristica viene ricondotta intorno alle quattro del mattino, finora nessun gruppo od organizzazione ne ha rivendicato la responsabilità, che si è verificato dopo le proteste dei gruppi anarchici greci a sostegno di un militante anarchico italiano, Alfredo Cospito, incarcerato in regime di 41bis e per questo in sciopero della fame da giorni. In Grecia negli ultimi anni gli attacchi incendiari compiuti da gruppi anarchici o di estrema sinistra sono aumentati, a venire presi di mira sono spesso le banche e gli autoveicoli appartenenti ad ambasciate di Stati esteri.

Condividi: