POLITICA, estremismo di destra e violenze. Roma, assalto neonazista al di San Lorenzo: denunciati tre francesi

La polizia ha fermato e quindi denunciato tre giovani neonazisti ritenuti tra i responsabili dell’aggressione al pub “Sally Brown”, locale situato in via degli Etruschi nel quartiere romano di San Lorenzo, noto per essere un punto di ritrovo dell’area radicale di sinistra nella Capitale. La squadraccia ha assaltato il locale poco prima della sua chiusura servendosi di un martello e un coltello, affiggendo contestualmente alcune etichette autoadesive recanti richiami al nazismo. Il gruppo di estremisti ha inoltre forzato la porta e la serranda laterale del pub lanciando delle bottiglie contro le sue vetrine. L’aggressione si è protratta per una quindicina di minuti, fino all’intervento degli agenti della Polizia di Stato, che ha successivamente fermato tre persone con il volto coperto da passamontagna nella vicina via dei Volsci. All’esterno del locale oggetto dell’atto di violenza sono stati quindi rinvenuti numerosi autoadesivi recanti simboli e slogan del gruppo neonazista francese Defend Europe. I due gestori del pub sono rimasti illesi perché si sono riusciti a barricare all’interno del locale nel corso di tutta l’aggressione. I tre neonazisti francesi fermati sarebbero appartenenti al gruppo di ultradestra di Bordeaux “La Bastide Bordelaise”, altresì aderenti alla campagna “Defend Europe” per «la difesa della razza ariana», si tratta di una formazione i cui aderenti si sono spesso resi responsabili di atti di intolleranza e aggressioni ai danni di antifascisti, cittadini stranieri e omosessuali. Il pub Sally Brown è un noto punto di ritrovo dell’area radicale di sinistra nella Capitale, ora, questa azione violenta posta in essere dai neonazisti potrebbe innescare delle reazioni dal fronte opposto. Al riguardo, la situazione viene monitorata dalla Digos.

Condividi: