HAITI, sequestri di persona. Rapiti sette religiosi tra i quali una suora e un sacerdote francesi: appello dei vescovi da Parigi per la loro liberazione

«Esprimiamo profonda preoccupazione a seguito del rapimento di sette persone ad Haiti, tra cui una suora e un sacerdote francesi. La grande povertà di questo paese, unita alle controversie politiche, ha aumentato l’insicurezza», questo il comunicato diffuso dalla Conferenza episcopale francese a seguito del rapimento di sette religiosi, avvenuto domenica mattina nelle vicinanze della capitale haitiana Port-au-Prince.

«La Chiesa di Francia – prosegue il comunicato – ha una vicinanza particolare con quella di Haiti e con tutto il Paese. In questo momento di angoscia per i nostri fratelli e sorelle rapiti, vogliamo assicurare ai cattolici di Haiti e a tutti i suoi abitanti vicinanza e preghiera».

I vescovi francesi, insieme alla Conferenza dei religiosi di Francia, «chiedono ai sequestratori di liberare questi uomini e donne di pace e di non aggiungere ulteriore odio dove già sono presenti povertà e insicurezza».

Condividi: