GERMANIA, strage. Auto a forte velocità contro la folla a Treviri: almeno 2 morti e 15 feriti; il conducente assassino è un tedesco di 51 anni, ma non è ancora chiaro il perché dell’atto criminale

Un’auto lanciata a folle corsa ha oggi travolto diverse persone nella zona pedonale di Treviri, in Germania.

Il bilancio confermato dalla polizia al momento è di due morti e almeno quindici feriti che versano in gravi condizioni. Una persona, il responsabile della strage, è stata arrestata e l’autovettura sequestrata.

Il sindaco della città, parlando dai teleschermi dell’emittente Ntv, ha dichiarato che il conducente della macchina che ha travolto i pedoni «guidava a forte velocità» e che di aver visto inoltre «la scarpa di una bambina per strada, ma per ora non è confermato che la piccola sia una delle due vittime».

Al momento non è chiaro se si sia trattato di un attentato terroristico oppure del gesto di uno squilibrato, poiché gli investigatori non hanno ancora rilasciato dichiarazioni in tal senso.

La “Bild”, che cita il quotidiano locale “Trierischer Volksfreund”, ha fornito il particolare che a travolgere la folla nella via degli acquisti sarebbe stata una Range Rover di colore scuro, con al volante un cittadino tedesco dell’età di cinquantuno anni.

Risale a poco più di quattro anni fa l’attentato terroristico compiuto ai mercatini di natale di Berlino, appunto il 19 dicembre 2016, che provocò la morte di dodici persone e il ferimento di cinquantasei.

Condividi: