ENERGIA, gas naturale. Putin chiude i rubinetti: Europa a secco e prezzi alle stelle

Il prezzo del gas schizza del 9% sui mercati a causa del rallentamento di flussi di materia prima energetica dall’Ucraina: prezzo a 102,5 euro. Il transito diminuirà per decisione del Cremlino di circa un terzo rispetto alla giornata di ieri. Alcuni analisti del settore affermano tuttavia che il mercato sarebbe in grado di compensare le controsanzioni di Mosca, ma intanto il prezzo sulla piazza di Amsterdam cresce fino a 115 euro, mentre viene registrato un incremento del prezzo anche a Londra.

Condividi: