ECONOMIA, Marocco. Pil -13,8%; pessime previsioni della Banca centrale di Rabat

Nel secondo trimestre del 2020 il Marocco registra una sensibile contrazione del proprio prodotto interno lordo, inabissatosi a causa degli effetti della pandemia di Covid-19 al 13,8 per cento.

Una fase di calo che, secondo il Governo marocchino si protrarrà nel terzo trimestre,  per il quale le stime indicano un -4,6%, un crollo che dovrebbe venire in parte attenuato dalle misure di allentamento del blocco delle attività (lockdown).

Le previsioni della Banca centrale di Rabat indicano per il 2020 un -5,2%, quando lo scorso anno, invece, la crescita era stata del 2,5 per cento.

Condividi: