CONFLITTI, Ucraina. Lockheed: commessa urgente per la produzione di HIMARS: il Pentagono deve ripristinare le scorte

Lockheed Martin si è aggiudicata una commessa dell’US Army di un valore di 431 milioni di dollari per la produzione di lanciatori di razzi di artiglieria a elevata mobilità M142. Scopo dell’ordinativo è quello di ristabilire rapidamente un livello adeguato di scorte, sia delle forze armate americane che di quelle dei paesi suoi alleati e partner che hanno inviato armi in Ucraina. La notizia è stata resa nota dal Pentagono, che non ha tuttavia comunicato il numero dei lanciatori che la Lockheed realizzerà in virtù di questo contratto. La specifica capacità produttiva del colosso statunitense del settore armiero è pari a sessanta sistemi di lancio HIMARS all’anno, ma si ritiene che gli stabilimenti industriali possano incrementarla a novantasei unità di lancio all’anno. L’HIMARS ha contribuito a mutare il corso del conflitto in Ucraina, consentendo alle forze armate di Kiev di contrastare l’invasione militare russa costringendo le forze di Mosca e i suoi proxi alla ritirata dalle posizioni occupate. Washington ha finora inviato in Ucraina venti lanciatori e prevede di stanziare ancora più di un miliardi di dollari per farne produrre e consegnarne a Kiev altri diciotto il più presto possibile.

Condividi: