AMBIENTE, gas climalteranti. Metano: secondo EDF nel 2021 viene identificato come «contributore primario al riscaldamento globale»

«Dalla riduzione delle emissioni di metano un supporto fondamentale agli sforzi globali di decarbonizzazione», questo è emerso dalla XIII Conferenza nazionale sull’efficienza energetica organizzata dagli Amici della Terra che ha avuto luogo oggi a Roma a Palazzo Rospigliosi e alla quale ha partecipato anche Environmental Defense Fund (EDF). La conferenza ripropone il tema dell’efficienza energetica per conseguire una riduzione graduale delle emissioni climalteranti in Italia e in tutto il mondo, basata su un’ampia gamma di soluzioni disponibili e sul trasferimento di tecnologie.

EDF ha preso parte alla quarta sessione “Il ruolo dell’Italia per il Global Methane Pledge – La riduzione delle emissioni di metano nelle politiche di decarbonizzazione dopo la COP26”, dedicata al tema dell’attuazione del Global Methane Pledge, uno dei principali risultati di COP26. Il 2021, infatti, attraverso una serie di iniziative internazionali, ha riconosciuto alla riduzione delle emissioni di metano un ruolo di primo piano per contenere il riscaldamento entro 1,5 gradi.

Nel corso del suo intervento, Dagmar Droogsma (AVP Europen Strategy & Engagement di Environmental Defence Fund Europe) ha sottolineato l’importanza del sostegno di 103 paesi al Global Methan Pledge, il primo accordo  globale per ridurre del 30% entro il 2030 le emissioni di metano dai settori energia, rifiuti e agricoltura.

Ella ha poi aggiunto che: «La scienza ci dice che la rapida riduzione delle emissioni di metano è considerata la strategia più efficace per ridurre il riscaldamento globale.  Rispettare l’accordo Global Methane Pledge significherebbe ridurrebbe il riscaldamento di almeno 0,2 gradi Celsius entro il 2050. Ciò dimostra che manterrebbe a portata di mano l’obiettivo di limitare il riscaldamento a 1,5 gradi Celsius. I gas devono essere ridotti se vogliamo mantenere il riscaldamento a 1,5 °C. La riduzione del metano fornisce un supporto fondamentale per gli sforzi globali di decarbonizzazione».

Secondo Ilaria Restifo (referente italiana di EDF) «grazie al lavoro svolto negli scorsi anni da EDF con Amici della Terra siamo giunti alla pubblicazione di un documento di indirizzi per una “Strategia italiana sulle emissioni di metano della filiera del gas naturale”, condiviso dalle principali industrie e associazioni italiane del gas naturale».

“Siamo arrivati alla fine del 2021 – ha quindi concluso – con un bagaglio significativo di traguardi, che riconoscono il ruolo specifico del metano come contributore primario al riscaldamento globale, e come leva su cui agire nell’immediato per contenere il riscaldamento entro 1.5 °C.” ha concluso la rappresentante di EDF per l’Italia».

Condividi: