A322 – AMBIENTE, GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA: QUANTO COSTERÀ REALMENTE LA DECARBONIZZAZIONE? Una decarbonizzazione rapida e profonda in tutto il mondo è lo scenario elaborato dalla International Energy Agency (IEA), che per riuscire a contenere l’aumento delle temperature medie nel modo più rapido possibile ventila un ricorso massivo all’impiego delle tecnologie cosiddette «green», quindi pannelli fotovoltaici, impianti eolici, sistemi di accumulo e mobilità elettrica

audio
CategoriaAmbiente
Data

A322 – AMBIENTE, GIORNATA MONDIALE DELLA TERRA: QUANTO COSTERÀ REALMENTE LA DECARBONIZZAZIONE? Una decarbonizzazione rapida e profonda in tutto il mondo è lo scenario elaborato dalla International Energy Agency (IEA), che per riuscire a contenere l’aumento delle temperature medie nel modo più rapido possibile ventila un ricorso massivo all’impiego delle tecnologie cosiddette «green», quindi pannelli fotovoltaici, impianti eolici, sistemi di accumulo e mobilità elettrica.

Tuttavia, la realizzazione di questi dispositivi richiederà l’impiego di enormi quantità di risorse non rinnovabili e, per sostenere questa richiesta, la World Bank stima che nei prossimi venticinque anni sarà necessario estrarre 3,5 miliardi di tonnellate di metalli. Si tratta di una quantità colossale, poiché la quantità di rame estratto nel prossimo quarto di secolo sarà maggiore di tutta quella estratta nei precedenti cinquemila anni di storia dell’umanità.

Inoltre, a causa della carenza di efficaci tecnologie per il riciclo dei materiali provenienti dall’obsolescenza dei dispositivi prodotti verranno generate enormi quantità di rifiuti.

Nel suo ultimo saggio “Energia verde? Prepariamoci a scavare: i costi ambientali e sociali delle energie rinnovabili”, l’ingegnere GIOVANNI BRUSSATO ha analizzato nel dettaglio gli impatti di simili obiettivi su più livelli. L’autore ha trattato l’argomento nel corso di un’intervista rilasciata a insidertrend.it (23 aprile 2021)