DIFESA, Alleanza atlantica. Stoltenberg in Polonia: «La NATO proteggerà e difenderà ogni centimetro del territorio dei Paesi membri»

Lunedì scorso il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha visitato le truppe statunitensi rischierate presso la base aerea di Lask, in Polonia. Nel corso di una conferenza stampa tenuta al termine della sua visita, egli ha dichiarato che il presidente russo Vladimir Putin «ha mandato in frantumi la pace in Europa», aggiungendo come l'assalto delle truppe di Mosca sia «totalmente inaccettabile» e sia stato «reso possibile dalla Bielorussia».

Lunedì scorso il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha visitato le truppe statunitensi rischierate presso la base aerea di Lask, in Polonia. Nel corso di una conferenza stampa tenuta al termine della sua visita, egli ha dichiarato che il presidente russo Vladimir Putin «ha mandato in frantumi la pace in Europa», aggiungendo come l’assalto delle truppe di Mosca sia «totalmente inaccettabile» e sia stato «reso possibile dalla Bielorussia».

JET FIGHTERS USAF IN POLONIA E FORZE FRANCESI IN ROMANIA

«Accogliamo con favore il ruolo guida della Polonia», ha inoltre affermato in quella stessa sede, osservando come Varsavia abbia aperto i suoi confini a centinaia di migliaia di rifugiati che fuggono dal conflitto. «La NATO sarà sempre unita – ha quindi sottolineato – e i caccia degli Stati Uniti d’America stanno ora volando a fianco dell’aeronautica polacca, mantenendo i cieli al sicuro sulle nazioni della NATO ventiquattro ore su ventiquattro e sette giorni su sette».

Egli ha poi ricordato che i contingenti di forze francesi stanno giungendo in Romania. «L’impegno della NATO in ordine all’articolo 5 è ferreo», ha affermato, riferendosi alla difesa della sicurezza collettiva dell’Alleanza.

GRUPPO TATTICO MULTINAZIONALE NATO IN ESTONIA

In seguito, assieme al generale dell’USAF Tod D. Wolters (ufficiale attualmente alla guida del Comando militare statunitense in Europa oltreché comandante supremo alleato della NATO per l’Europa), ha visitato il gruppo tattico multinazionale alleato stanziato a Tapa, in Estonia. A loro si è poi unito anche il primo ministro britannico Boris Johnson. Nell’occasione, Wolters ha ringraziato il primo ministro estone Kaja Kallas per aver ospitato le forze statunitensi, britanniche e quelle degli altri membri della NATO sul territorio del suo paese.

Rivolgendosi ai militari americani, Wolters ha affermato: «Vi ringraziamo per quello che state facendo oggi. La pace che generi qui è un deterrente per la Russia, d’altra parte, stai proteggendo la sovranità delle nostre nazioni NATO e dei nostri territori. Noi ti occupi di generare pace ed è esattamente quello che stai facendo».

IL MONDO È CON L’UCRAINA

In una successiva conferenza stampa congiunta tenuta assieme a Johnson e Kallas, Stoltenberg ha infine dichiarato che il nostro messaggio diretto al presidente Putin è quello di fermare la guerra: «Ritirate tutte le vostre forze dall’Ucraina e impegnatevi in ​​buona fede negli sforzi diplomatici – ha esclamato rivolgendosi al Cremlino -, poiché il mondo è con l’Ucraina».

Infine, egli inteso anche sottolineare che gli alleati proteggeranno e difenderanno ogni centimetro del proprio territorio, ringraziando poi Johnson per aver raddoppiato la presenza delle truppe britanniche nel gruppo tattico della NATO.

Condividi: