GOLFO PERSICO, Qatar. Le petromonarchie alleate di Riyadh tolgono l’embargo a Doha

L’accordo che porrà fine a oltre tre anni di crisi e all’embargo dei paesi dell’area nei confronti dell’emirato dovrebbe venire siglato nella giornata di domani. Intanto, da stanotte Riyadh riaprirà il suo spazio aereo e le frontiere terrestri e marittime con il vicino



L’Arabia Saudita, il Qatar ed altri paesi del Golfo dovrebbero firmare domani un accordo che mette fine a oltre tre anni di crisi e all’embargo dei paesi dell’area contro Doha.

L’accordo sia stato mediato dagli americani. I paesi del Golfo Persico guidati dalla monarchia degli al-Saud avevano deciso la chiusura dei propri spazi aerei al piccolo ma estremamente attivo emirato, accusato di aver fornito sostegno al terrorismo e di intrattenere rapporti poco graditi con l’Iran.

L’accordo è il frutto di un lavoro di mediazione svolto da Jared Kushner, consigliere e genero del presidente uscente degli Usa Donald Trump.

Esso prevede la revoca del blocco ai trasporti e la fine delle azioni legali intraprese dal Qatar nei confronti dei Paesi vicini. Doha ha fatto sapere che domani al vertice in Arabia Saudita sarà presente l’emiro, sceicco Tamim bin Hamad Al-Thani.

In precedenza il Kuwait aveva annunciato che l’Arabia Saudita avrebbe riaperto lo spazio aereo e le frontiere terrestri e marittime con il Qatar a partire da questa sera.

Condividi: